Bert Hellinger

Bert Hellinger il primo ideatore delle costellazioni familiari sistemiche, è nato a Colonia (Germania) il 16 dicembre 1925 e ha studiato teologia e pedagogia.
Bert Hellinger, di religione cattolica, si salvò dalle ritorsioni della Gestapo perché, a soli 17 anni, venne reclutato e spedito in guerra, dove combatté, fu catturato e tenuto prigioniero in Belgio. All'età di 20 anni entrò in un ordine religioso cattolico. In seguito partì come missionario in Africa e visse tra la popolazione degli Zulù, dove per 16 anni fu insegnante e sacerdote.
Dopo 25 anni abbandonò il sacerdozio e nel 1969 tornò in Europa, dove frequentò un corso di psicoanalisi a Vienna e incontrò la sua futura moglie, Herta. 

Molte scuole terapeutiche hanno influenzato la sua ricerca sulle costellazioni familiari  in particolare la terapia della Gestalt e l'Analisi Transazionale di Eric Berne. Il libro di Ivan Boszormenyi-Nagy “Invisible Bond” gli fornì un importante contributo nel tracciare le linee fondamentali delle cosiddette “fedeltà nascoste” (gli “irretimenti”) e del bisogno di un equilibrio tra il dare e l'avere all'interno delle famiglie. 
Influirono sulla sua preparazione anche lo Psicodramma di Jacob Levi Moreno, la scultura familiare di Virginia Satir, la Terapia familiare sistemica con Ruth McClendon e Leslie Kadis, l'Ipnositerapia di Milton Erickson e la Programmazione neuro linguistica (PNL) di Richard Bandler e John Grinder.

Comments